Archive for corporate blog

Un Corporate Blog multilingue:Heidi.com

Oramai, e ve ne sarete accorti, sto provando un serio interesse nella ricerca e scoperta di Corporate Blog, dei quali ho già parlato.

Heidi.com oltre ad avere un sempre aggiornato sito web interattivo, per alimentare lo strano e amichevole rapporto con i suoi clienti, ha ben deciso di aprire un blog intitolato Streetwear and Urban clothes, operativo da quattro anni.

Gli argomenti trattati sono tutt’ altro che rigidi, ma vari e molteplici, come del resto molteplici sono le lingue utilizzate, ed i commenti rilasciati, i contenuti non sono tutti inerenti al brand, ma al contrario , informano di tutte le attività dai locali alle opere d’ arte, dalle strade agli eventi, degni di una certa vena creativa.

Inoltre, ogni acquisto fatto on-line è accompagnato da una serie di cartoline,autocollanti con il logo del brand, che i proprietari chiedono di attaccare un pò ovunque, e di fotografare e di inviare al blog: tutte queste esperienze personali sono inserite nella categoria Guerrilla ed Heidi sees.

Talvolta la loro “guerriglia urbana” sfiora addirittura i limiti della legalità.

La cosa che più mi ha sorpreso è che i gestori del blog sono gli stessi creatori della società, i quali rispondono ai commenti utilizzando un tono che accorcia ogni distanza, e consolida ogni relazione.

Bel blog.

Annunci

Leave a comment »

Un blog poco commentabile:PlayStation

Il primo esempio di Corporate Blog che ho avuto modo di osservare è quello della PlayStation.
La mia scelta non è stata casuale, io odio la PlayStation e tutti gli individui che si alienano con essa, purtroppo il mio sentimento nasce come conseguenza a tutti i pomeriggi, serate e festività trascorse a guardare i miei amici nel pieno di tornei virtuali di calcio o moto GP.

Speravo che la lettura di questo blog mi facesse cambiare idea…ma non c’ è niente da fare: il mio ripudio è ben consolidato.
Il sito è ben fatto, oltre al blog offre diversi servizi come l’ assistenza on- line (che è una funzione molto complessa da gestire) e tutte le novità inerenti ai giochi, gli accessori e gli eventi.
Quest’ ultime le ho trovate molto interessanti, ed è strano che a fare tale affermazione sia proprio io, citerei tra queste l’ ingresso diella PlayStation 3 in Second Life; mi ha sorpreso non solo l’ evento in se per se ma soprattutto l’ accuratezza con cui nell’ invitare alla visione dell’ avvenimento sono state spiegate tutte le modalità di registrazione per accedere alla Seconda Vita Virtuale.

Il blog però mi ha un po deluso, nella presentazione il gestore Maurizio Quintavalle, che si occupa di web all’ interno del reparto marketing, sembra ben intenzionato a dar vita ad un vero dialogo con i fan e tutti gli appassionati, tanto da dire:

“[…]Insomma: potevamo scrivere di come crediamo di essere bravi, belli (si fa per dire) e forti…
Questo blog nasce invece per raccontare quanto VOI siete “bravi, belli e forti”[…] Prima o poi parleremo anche di noi ma, per ora, ci piace raccontarci attraverso la voce dei nostri utenti, dei fan, degli entusiasti della PlayStation a cui vogliamo dare voce”

Sono passati due anni dall’apertura di questo blog aziendale, e nonostante la mia ignoranza in giochi, consolle e joystick ho notato che da commentare c’ è ben poco, nel senso la maggior parte dei contenuti pubblicati si soffermano ad una descrizione di nuove e vecchie edizioni di videogiochi che non richiedono commenti o dibattiti. Solo in qualche post ho trovato qualche coinvolgimento mediante domande che appunto richiedevano una risposta, o l’ assegnazione di un premio.

Qualcuno sà dirmi chi ha vinto il fucile di Ratchet & Clank?

Leave a comment »

Il blog come strumento

Più passa il tempo e più mi rendo conto di quanto la Blogsfera nella sua trasparenza presenti lati, che per una persona che ci è entrata da poco, sono impensabili e tutti da scoprire.

Impensabili per una persona, ma no per una azienda, una holding o un’ istituzione. In questi giorni, tra le tante altre cose, mi sono interassata ad un termine a me nuovo, introdotto dal prof. che ha sollecitato il mio ingresso in questa sfera : Il Corporate Blog.

Attualmente, il Blog come strumento è una delle piattaforme che le aziende stanno iniziando ad usare, e può essere utilizzato in funzione alle proprie esigenze, per ottenere risultati soddisfacenti; purtoppo mi sono resa conto che in Italia questo fenomeno, che io definirei strategia di Marketing, non è ancora molto diffuso, ma l’ altro continente, ovvero l’ America ne sta facendo gran uso.

Come ogni strumento, anche qui vi sono delle controindicazioni, il blog aziendale deve esser fatto bene, deve dar voce alla clientela e non parlare di se, perchè se cosi non fosse i risultati invece di esser positivi potrebbero rivelarsi negativi per l’ immagine dell’ azienda e per il brand.

A tale proposito ho avuto modo di leggere grazie al suggerimento dato da Brand Blog, uno studio spagnolo fatto sui corporate blog, che mediante il titolo è riuscito a dare la definizione, a parer mio più corretta, di questa nuovo fenomeno: “Los blogs corporativos: una opción, no una obligación”.

Suggerisco a tutti gli interessati, di darne una lettura, io l’ ho trovato molto interessante, perchè non si limita solo a teorizzare, ma a dare dei consigli utili a chiunque decida di aprire un corporate blog mediante l’analisi di casi.


Leave a comment »